www.ilcanarinofiorino.com
www.ilcanarinofiorino.com

L'allevamento

 

Ci sono Razze di Canarini le quali, per la estrema sofisticata selezione che hanno subito ad opera dell'uomo, si riproducono con qualsiasi difficoltà. Nel campo degli Arricciati si vede che l'Arricciato di Parigi e l'AGI, per la loro mole ben maggiore di quella del progenitore selvatico, e il Gibber per il portamento e il tipo di piumaggio anomali, hanno un comportamento riproduttivo più o meno difficoltoso, tantochè di norma per l'allevamento della loro prole si utilizzano le cosiddette "balie".

Anche nel campo dei Canarini di Colore, in genere ottimi allevatori, c’è qualche varietà meno rustica di altre.

Invece nelle Razze nelle quali la taglia, il colore e il portamento sono vicini a quelli del Canarino selvatico, l’attitudine alla riproduzione è rimasta del tutto ottimale. E’ questo il caso del Fiorino il quale, in pratica, si differenzia dalla forma selvatica solo per le arricciature.

Salvo rare eccezioni comuni a tutti gli animali di questo Mondo, nel Fiorino tutte le fasi della riproduzione si svolgono nella massima regolarità. Forse un’accortezza può essere quella mantenere fissa la coppia, cioè di non utilizzare un maschio per più femmine. Infatti i maschi del Fiorino, adeguandosi totalmente al ciclo riproduttivo della compagna, una volta che hanno sfogato li loro istinto sessuale e la femmina ha iniziato a covare, le si mantengono costantemente vicini alimentandola per tutta la giornata e per tutto il ciclo, comprendente, dopo la schiusa, anche la solerte alimentazione dei nidiacei la quale si protrae fino al loro completo svezzamento.

Il numero medio delle uova deposte per covata è di quattro, non raramente di cinque, raramente di sei.

Per gli altri aspetti del ciclo riproduttivo i vari comportamenti sono gli stessi comuni a tutte le altre Razze ad alta prolificità.

Ovviamente il soggetto ciuffato va accoppiato con il soggetto a testa liscia ed è indifferente a tutti gli effetti che il ciuffo lo abbia il maschio o la femmina. Naturalmente la prole sarà per metà ciuffata.

Accoppiando fra loro due soggetti ciuffati si ha una certa percentuale di prole con pessimo ciuffo che potremo definire patologico, perché le piume della testa si appiccicano fra loro a causa di una densa secrezione che viene prodotta nella zona del ciuffo. Tutto ciò perché, come è noto, il ciuffo è carattere genetico dominante.

In considerazione di ciò, poiché col passare del tempo questa fenomenologia tende ad attenuarsi, qualora per il resto lo stato di salute del soggetto fosse ottimale, lo si può accoppiare con un “Testa liscia” ottenendo in tal modo la totalità della prole provvista di ciuffo.

L’accoppiamento di due “Testa liscia” fra loro produce, ovviamente, solo prole senza ciuffo, ciò che, agli effetti delle esposizioni, ha importanza relativa, perché tutte le manifestazioni prevedono e tengono separate le due categorie: Ciuffato e Testa liscia

Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2013 www.ilcanarinofiorino.com - E' vietato utilizzare testi e foto senza previo consenso.