www.ilcanarinofiorino.com
www.ilcanarinofiorino.com

IL PROGETTO - Testo di Umberto Zingoni



Trent’anni fa.

Siamo io e il mio amico-socio Michele Del Prete nel nostro allevamento di Canarini Arricciati in Firenze. Abbiamo tutte le Razze: il voluminoso Arricciato di Parigi, il Padovano, l’Arricciato del Nord, l’Arricciato del Sud e, infine l’esile Gibber Italicus.

Stiamo passando in rassegna le tante gabbie e voliere per un ultimo controllo prima di andarcene a cena e, così parlando, viene fuori un’idea. Ci domandiamo se, visti i risultati di certi insignificanti incroci fatti fra soggetti in “esubero” all’eventuale scopo di ottenere delle “balie” - gli allevatori di uccelletti sanno di che si tratta – non sia il caso di tentare creare una nuova Razza.

Quali erano stati questi risultati? Ecco qua. Incrociando un Arricciato del Nord con una Gloster ciuffata era nato qualche figlio che aveva assomato in sé le arricciature del padre e la ridotta taglia della madre. Da ciò l’idea di un Arricciato più piccolo possibile con un bel ciuffetto in testa. In effetti, a parte il Gibber, la tendenza era sempre stata quella di aumentare la taglia per ottenere soggetti sempre più vistosi, tantochè un “miniarricciato2 con portamento normale non esisteva, a differenza di quanto c’era nell’ambito delle cosiddette “Razze Inglesi”.

Siamo lì lì per dire chi ce lo faccia fare considerando tutti i canarini che già abbiamo, qualche centinaio. Però, la passione per l’allevamento che entrambi abbiamo “nel sangue” è più forte della ragionevolezza e da quel momento, in una nuova serie di gabbie, diamo inizio alla selezione di questa eventuale nuova Razza.

I connotati? Niente di trascendentale:un semplice canarino con le sue cinque arricciature, come quelle dell’Arricciato del Nord, ma il più piccolo possibile e con un bel ciuffetto in testa. Tutto qui. Ma fra il dire e il fare…

Passa qualche anno, poi per causa di forza maggiore siamo costretti a lasciare i locali di allevamento ed è giocoforza dividerci ridimensionando tutto quanto. Il Del Prete si limita ad allevare nella terrazza verandata di casa sua Arricciati di Parigi e Padovani, io nel box sotto casa mia, continuo nella selezione della perfezionando nuova Razza che ha già un nome: Fiorino.

Passano altri anni , i risultati sono incoraggianti a tal punto che la Razza sembra pronta per ricevere il riconoscimento ufficiale dalla Federazione italiana (F.O.I.), ciò che avviene nell’anno 1985.

Ancora alcuni anni, durante i quali i soggetti regalati ad altri allevatori interessati alla novità stanno diffondendosi un po’ dappertutto, e alla fine del 1989, in occasione del Campionato Mondiale di Pordenone, arriva il riconoscimento ufficiale da parte della Federazione mondiale, la C.O.M. (Confederation Ornithologique Mondiale).

Così l’Italia può vantarsi di aver creato un’altra Razza, dopo il Padovano e il Gibber, cui dopo pochi anni seguirà una quarta, l’Arricciato Gigante Italiano.


Stampa Stampa | Mappa del sito
© 2013 www.ilcanarinofiorino.com - E' vietato utilizzare testi e foto senza previo consenso.